Sono passati 20 anni,era infatti il 1996 quando tra il 4 maggio e il 2 giugno Castiglione ospitò cinque incontri di altissimo livello dal titolo “non solo Masolino” su una panoramica dell’epoca in cui è nato Castiglione come Borgo artistico…il Rinascimento. A far luce su questo periodo storico furono esperti provenienti da tutta italia con un compito preciso:
Tracciare la radiografia completa di un’epoca splendida,durante la quale oltre a Masolino da Panicale l
avorarono tanti altri artisti.gli incontri/conferenza si tennero tutti a Palazzo Branda.il primo incontro con patrizia zambrano che parlò proprio di lui Masolino.

Raffaele Casciaro illustrò la scultura in legno del Rinascimento lombardo. Vincenzo gheroldi parlò dei materiali di masolino con le tecniche in uso nel 1435. Andrea de marchi illustrò un altro celebre artista,lorenzo di pietro detto il vecchietta,e infine per ultimo. A Raffaele Ganna il compito di illustrare la basilica di Santa Maria del Monte sopra Varese in epoca sforzesca e della città di Gerusalemme nelle cappelle del sacro monte cinquecentesco. Era chiara allora l’intenzione della città di Castiglione; essere non solo “l’isola toscana” in lombardia” ma di presentarsi come un centro culturale nell’arte e nella storia della lombardia tutta.

CONDIVIDI